I tesori della Costituzione

È primavera! Il momento di risvegliarci, di guardare con ottimismo e fiducia al futuro. Questo facciamo con la letteratura e le illustrazioni per bambini e ragazzi: vogliamo raccontare loro che la speranza, il coraggio e l’amore contano e che si può avere “il coraggio di sognare in grande”, per dirla con Gianni Rodari.

La liberazione!

Il 25 aprile festeggiamo la liberazione dal fascismo e dal nazismo avvenuta nel 1945. Fu davvero una nuova primavera per il nostro paese, che scelse la Repubblica come sua organizzazione e dando vita immediatamente dopo alla stesura di una tra le più belle Costituzioni del mondo.

Il 25 giugno del 1946, infatti, 556 parlamentari tra cui 21 donne – non dimentichiamolo mai! –  si misero al lavoro per scrivere le regole del nostro vivere comune, la madre di tutte le leggi. Una Costituzione che indica la strada per vivere insieme, nel rispetto dei diritti e dei doveri di tutti, anche di chi non è nato nel nostro paese ed è meno fortunato di noi (art. 10); che ribadisce costantemente i concetti di dignità e eguaglianza, e che ha segnato la via per un cammino ancora da compiere nella sua interezza: la parità di genere, i diritti dei lavoratori, la tutela del paesaggio e dell’ambiente. Quanta lungimiranza in quegli uomini e in quelle donne!

Gli incontri felici

Le amicizie sono preziose. E grazie all’amicizia abbiamo ricevuto uno splendido regalo. Massimo Popolizio ha letto per noi le parole scritte da Valeria Cigliola e Elisabetta Morosini, autrici de La Costituzione in tasca, Sinnos 2018.

Per ricordarci che la Costituzione siamo noi. Che dobbiamo leggerla, osservarla, giocarci e trovare i suoi tesori nascosti. Ma che la Costituzione sono anche gli altri: familiari, amici, persone sognate oppure lontane, mai viste né conosciute. La Costituzione siamo noi, voi, essi. E i suoi principi fondamentali si saldano tra loro, come in un abbraccio.

Ascoltate il video che ha il volto e la voce di uno dei più grandi attori del nostro teatro. Che ha fatto del suo mestiere un modo per ricordarci quei principi fondamentali, scegliendo opere e racconti che hanno il coraggio di sognare in grande, che provocano pensiero e azione. È un teatro che tanto ci manca, perché il qui e ora dello spettacolo dal vivo, che prende forma davanti a noi, è irripetibile e unico.

Sinnos e i tesori della Costituzione

Spesso ci definiscono “casa editrice dell’impegno civile”. È vero. In tutte le storie che scegliamo di pubblicare, anche se parlano di boschi, sport o personaggi bizzarri come uno Gnomo nascosti da qualche parte ci sono quei valori che ci piacciono e che sono anche e soprattutto dentro “i tesori” della Costituzione. Questo avviene in tutti i buoni libri. Provate a cercarli anche voi, noi intanto ve ne proponiamo alcuni:

Il rispetto dei limiti

Nelle relazioni con gli altri e con il mondo che abitiamo:

Se volete giocare:

Per i più piccoli:

I diritti e i doveri

La sovversione alle regole ingiuste

Contribuire alla crescita della nostra società

La solidarietà e la dignità

L’amore potente e rispettoso

La bellezza, la cura dell’arte e del paesaggio

Scelte e responsabilità

La parità di genere

Accoglienza

Rifiuto della guerra

Rimettersi in gioco

Esercitiamoci a leggere la Costituzione e a cercare i suoi tesori nascosti: per ricordare che noi contiamo, da soli e tutti insieme. Che non dobbiamo venerarla, come un idolo misterioso e inaccessibile, ma che non dobbiamo nemmeno lasciarla cadere come un pezzo di carta inerte e dimenticato. Soffiamoci sopra e teniamola, in tasca, nella vita quotidiana. Facciamola vivere. Cerchiamo i suoi tesori nascosti. Rimettiamoli in gioco, diffondiamoli, facciamoli sentire.

E che primavera sia, finalmente!


SCOPRI I LIBRI SINNOS ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER SEGUICI SU FACEBOOK SEGUICI SU INSTAGRAM