Sostenere la lettura a scuola. Le Biblioteche di Antonio

pubblicato in: Eventi | 0

Lo diciamo da sempre, la scuola deve avere spazio, libri e tempo per leggere. Perchè alla lettura si deve essere educati. È attività complessa, che richiede tempo, energie, competenze. Anche passione. Perchè poi finalmente ci si apra a quella storia d’amore che dura una vita intera. Ma l’amore richiede impegno. Aspettiamo le biblioteche a scuola. E cominciamo a dare dignità alla parola biblioteca, che è spazio di libertà mentale, di esercizio di democrazia, di scambio.
Noi lo facciamo dal 2006 con il progetto Le Biblioteche di Antonio, una goccia nel mare per ricordare chi ha voluto fortemente la Sinnos. E quando riceviamo lettere come questa l’entusiasmo e la convinzione di andare avanti si consolidano. Questa è l’ultima tra le Biblioteche di Antonio. Siamo a Lamezia Terme, in un Sud che – a guardare le statistiche – ha gravissime mancanze su libri e lettura rivolte ai bambini e ai ragazzi.

Carissimi,
la Biblioteca risponde perfettamente a quella idea per cui l’avevamo pensata. Siamo rimasti meravigliati dalla bellezza dei volumi ma soprattutto dall’impianto complessivo dei temi, degli autori, delle storie mai banali e pensate sul modello di una cittadinanza attiva e globale. Come dirvi che non ci aspettavamo tanto? Roba da fuoriclasse!
Siamo più felici di prima, perché in questo tempo abbiamo toccato con mano l’importanza e la ricchezza del dono che ci avete fatto.
Le insegnanti sono felici!!! I ragazzi (i piccini e i più grandicelli) hanno cominciato ad usarla, anche grazie al tesseramento e al catalogo digitale. Abbiamo avviato una collaborazione con una responsabile del Sistema bibliotecario regionale che ha promesso di sostenerci in attività di animazione ed educazione alla lettura (vi faremo sapere quando inizieranno).
Cosa dirvi? Vi siamo grati con tutto il cuore. Ci sentiremo ancora. Avete fatto qualcosa di grande.
Con affetto.
Gli studenti e i docenti dell’I.C. Borrello-Fiorentino

Sono queste le scuole che vogliamo e siamo felici di premiare. Che conoscono il valore dei libri e della lettura, che lo sanno diffondere.

A maggio scade il bando 2018. Non è facile scegliere perchè le scuole sono tante. Scuole che dovrebbero farsi sentire ora più che mai perchè nei programmi del prossimo governo ci siano fondi e normativa per la lettura a scuola.

Accanto alle Biblioteche di Antonio c’è però un progetto più ampio, nato dal nostro I libri? Spediamoli a scuola! e accolto dall’AIE nelle ultime due edizioni di #Ioleggoperchè un progetto che prevede gemellaggi tra scuole e librerie. Perchè i cittadini comprino libri per la scuola.

 

Noi di Sinnos intanto ci preprariamo ai prossimi acquisti per la prossima Biblioteca. Acquisti che possiamo sostenere grazie al nostro lavoro, agli editori per ragazzi che lo sostengono, alle donazioni di autori amici e a quelle che arrivano sul conto dedicato:
SINNOS • per Antonio Spinelli
Banca Popolare Etica
IBAN: IT 80 F 05018 03200 000000116591