Dopo le vacanze, Mantova!

pubblicato in: Eventi

È il caso di dirlo: ogni volta che il Festivaletteratura chiama, noi siamo così orgogliosi di esserci, di aver di nuovo proposto libri e autori che vengono accolti da uno de Festival più speciali e che per la posizione non solo geografica ma anche nel calendario, rende la ripresa dopo le vacanze bella e energetica.

Una bella carrellata quella degli autori Sinnos invitati a Mantova degli ultimi anni: italiani e stranieri, autori che hanno segnato un po’ la differenza nel panorama della letteratura per ragazzi. A partire da quelle Cattive Ragazze che dal 2012 non fanno che seminare. Poi la scrittura spigolosa e poco accomondante di Christophe Leon, l’ironia e il gioco di Melvin e Boonen, la leggerezza di Pieter Gaudesaboos unita alla contagiosa allegria e creatività di Brunhilde Borms. La sottile e precisa ironia di Piret Raud, la fludità nel segno e nella penna della coppia Keller/Truttero, per arrivare alla profondità di Bart moeyaert, a Mantova nel  2017 e ALMA Award 2019.

In questa XXIII edizione, Mantova ha scelto tre autori che nuovamente aggiungono qualcosa: dalla Danimarca Annette Herzog e il suo D’amore e altre tempeste (finalista Premio Andersen 2019) parla dell’amore tra adolescenti, dell’amore tra Viola e Storm. Un libro che non potrebbe essere scritto in Italia non perché i nostri autori non ne siano capaci, ma perché la nostra educazione ancora non si è aperta all’educazione sessuale, seppure le donne in tanti anni ci hanno provato, anche attraverso i consultori. Ma altra cosa è convivere naturalmente – come Viola e Storm – con le lezioni, con una relazione aperta e responsabile con gli adulti di riferimento. E così Herzog, ci racconta dei timori, delle frustrazioni, dei desideri, dei fraintendimenti – magnifici – che sono i preludi di una grande storia d’amore tra due compagni d scuola. Due le mani per raccontare queste tempeste d’amore (e due le traduttrici, Eva Valvo e Claudia Valeria Letizia!): per Viola quella di Katrine Clante e per Storm quella di Rasmus Bregnhoi che ha “regalato” ad Annette quel racconto di un bacio “sbagliato” e la sua esperienza di giovane uomo alle prese con i primi amori.

E a Mantova ci sarà anche Rasmus, a raccontare e disegnare con i bambini la sua macchina de Gli Acchiappacattivi. L’amicizia intelligente e creativa tra Mis e Mus è stata un tale successo tra bamini e bambine che presto arriverà una nuova avventura. Le buone storie non partono mai da un tema, da un desiderio di dimostrare e insegnare, i valori ce li hanno dentro, per forza di cose, portati dalla trama, dallo stile dalla forma: la gentilezza e l’intolleranza verso le ingiustizie Bregnhoi la sa raccontare assai bene, per questo è stato accolto con gioia nel nostro catalogo.

Felici che ci sia una autrice italiana, per la prima volta ospite a Mantova con un libro Sinnos: Giuliana Facchini con La figlia dell’assassina. Libro che è stato letto da tantissimi ragazzi e ragazze, che ha suscitato discussioni e riflessioni spesso condivise con l’autrice che ha girato l’Italia per incontrare scuole e classi. Nelle nostre corde di nuovo la possibilità di raccontare anche le responsabilità di azioni orribili, di mostrare le molteplicità dell’animo umano, la consapevolezza di non essere perfetti, la capacità di comprendere, di scegliere, di perdonare. A noi editori per ragazzi piace educare alla complessità, esercitare quella pratica che solo la lettura mette in atto in maneria potente nel nostro cervello: quella di mettersi nei panni degli altri. E Facchini ci ha dato un libro che va proprio in questa direzione.

Dunque la fine della pausa estiva sarà meno pesante grazie all’appuntamento con Mantova! Dove sarà bello ascoltare i tanti ospiti che nutriranno il nostro pensiero e – strafelici per questo – potremo ascoltare dal vivo anche Maryanne Wolf che così spesso citiamo.

Le date degli incontri:

  • venerdì 6 settembre ore 17,15 : Rasmus Bregnhøi con FACCIA DA TOPO! laboratorio di produzione animale dai 5 ai 7 anni. Casa del Mantegna
  • sabato 7 settembre ore 11,00: Annette Herzog e Rasmus Bregnhøi con Stefania Bertola LE FIGURE DELL’AMORE. Museo diocesano
  • sabato 7 settembre ore 19,00: Giuliana Facchini*, con Davide Longo con Simonetta Bitasi LIBRI-PONTE. Museo diocesano. (*tra i numerosi incontri di Giuliana Facchini vi segnaliamo questo!)