ALMA 2019: we are the italian publisher!

pubblicato in: Eventi

We are the Italian Publisher! È stato il grido commosso, impossibile da trattenere, quando la mattina del 2 aprile eravamo al Caffè Illustratori della Fiera del libro di Bologna ed è stato nominato il vincitore dell’ALMA 2019, l’Astrid Lindgren Memorial Award: Bart Moeyaert.

L’emozione era cresciuta inevitabilmente nell’ascoltare con quanta serietà e passione il governo Svedese ha spiegato il senso del premio, il più importante del mondo: un vero e proprio premio Nobel, anche in termini economici, in memoria di Astrid Lindgren. Il collegamento con la Svezia e le parole della Ministra della Cultura, gioiosa e competente nell’identificare nella letteratura per ragazzi una delle basi imprescindibili per crescere democrazia, hanno fatto il resto.

E poi, all’improvviso il nome: Bart Moeyaert! Che era appena passato a portarci un coniglio di cioccolata allo stand. Uno scrittore di cui ci siamo guadagnati la fiducia (in Italia era stato già pubblicato) conoscendoci, scambiando idee e opinioni sulla letteratura per ragazzi. I suoi libri usciti con noi, Il club della Via lattea (2017) e Mangia la foglia (2018, illustrato da Alice Piaggio), lo hanno portato al Festivaletteratura di Mantova e lo scorso anno in terzina al Premio Cento.

Il nostro lavoro è quello di portare ai giovani lettori una letteratura che apre alle possibilità, che mostra la complessità delle relazioni umane con grande immediatezza e che con altrettanta immediatezza offre altri punti di vista, altre possibilità. Nella motivazione al premio leggiamo: Bart Moeyaert descrive le relazioni al culmine della crisi con una immediatezza cinematografica, mentre la sua complessità narrativa suggerisce vie nuove da seguire. L’illuminante lavoro di Bart Moeyaert sottolinea il fatto che i libri per bambini e ragazzi hanno un proprio posto di rilievo nella letteratura mondiale.
Sul sito dell’ALMA la motivazione completa: http://alma.se/en/Press/News/News/2019/Laureate-2019/

Bart non potrebbe essere letto in Italia senza la “voce” di Laura Pignatti, alla quale siamo grati. E che ora è al lavoro per il prossimo romanzo, in uscita nel prossimo autunno e che è finalista al prestigioso premio Woutertje Pieterse Prijs 2019 per il miglior libro olandese dell’anno.
Riuscire a coltivare una relazione tra scrittore ed editore è magnifico, quando gli incontri sono felici lo scambio è trascinante.
Noi abbiamo amato in Bart quello sguardo da fratello più piccolo, sempre attento, curioso di tutto e consapevole di tutto: come è Oscar ne Il Club della via lattea – capace di comprendere e di rimediare, di ascoltare e di non farsi scoraggiare – e Stina di Mangia la Foglia, che alla cattiveria risponde con una sorprendente freddezza, e che saprà ottenere quello che deve essere ottenuto. Personaggi a tutto tondo, complessi, imperfetti: come siamo tutti noi.