La strada CI chiama: rendere accessibili anche i libri per più grandi

L’uscita del nuovo romanzo di Francesca Bonafini, La strada ti chiama, tra tante altre cose è un’ottima occasione per provare a spiegare, una volta di più, cos’è, come funziona, e a chi si rivolge l’alta leggibilità che Sinnos ormai mette in campo in ogni libro e quindi anche nella collana Zona franca dedicata ai più grandi.

La strada ti chiama

La strada ti chiamaLeonardo, Dimitrios, Oliver, Yves. Quattro ragazzi a Toronto, nell’estate del 1976, che hanno come elemento comune la passione per l’hockey. Ma non solo. Sono quattro ragazzi figli di immigrati che hanno sogni e desideri: solo uno di loro, Yves, ha già una strada tracciata, sa bene cosa farà da grande. Peccato che il destino possa giocare brutti scherzi e imporre deviazioni inaspettate…

La musica classica fa da colonna sonora di questo libro, e accompagna i personaggi nelle loro scoperte inattese. Yves è liberamente ispirato al direttore d’orchestra franco-canadese Yves Abel, che dirige nei maggiori teatri del mondo, ha inciso dischi e ricevuto numerosi riconoscimenti, anche se diventare direttore d’orchestra non era il suo primo sogno.

Dopo Celestiale ritroviamo la scrittura profonda e leggera di Francesca Bonafini, che riesce a raccontare le scelte, le paure, le incertezze, le aspettative nostre e degli altri, su quello che saremo. Il tutto riportato indietro nel tempo, quando non c’erano cellulari e si aveva il tempo per parlare per ore di massimi sistemi, di amore e speranze. O in cui si inventavano mappe del tesoro senza nemmeno sapere se ci fosse davvero, quel tesoro. Un tesoro che Francesca Bonafini e i suoi personaggi vanno capiarbamente a cercare…

L’alta leggibilità Sinnos

Tutto cominciò con LEGGIMI!

Leggimi!, lo diciamo nella sezione dedicata del nostro sito, è una collana di libri, di piccolo formato e prezzo accessibile, che hanno al massimo grado tutte le caratteristiche dell’alta leggibilità: la font, la carta, l’impaginazione, la redazione e l’agilità dei testi, aggiungiamo. Ma da quella collana, il lavoro di progettazione grafica ad alta leggibilità si è poi diffuso, come buona pratica, in tutte le altre collane: dagli albi, ai fumetti, alla narrativa più complessa.

ZONA FRANCA ad alta leggibilità

Negli ultimi anni, complice anche il lavoro di consulenza e progettazione che abbiamo fatto per altri editori, siamo riusciti a utilizzare le caratteristiche dell’alta leggibilità anche nella narrativa per più grandi, adattando cioè tali caratteristiche ai possibili cambiamenti dei lettori, che nel frattempo sono cresciuti, hanno imparato magari a convivere con la dislessia e a gestirne alcuni aspetti.

Ormai tutti i titoli della collana Zona franca utilizzano la font leggimi, hanno la necessaria spaziatura tra paragrafi, volta a sottolineare cambi di scena o cambi di soggetto; in più ogni riga ha una dimensione variabile, per adattarsi e accompagnare nella maniera più armonica e funzionale il senso della frase.

Naturalmente, per i libri della collana Leggimi! questo seguire il senso della frase è molto più semplice: i caratteri sono più grandi, le frasi più brevi e meno complesse. Tenere in un’unica riga un’unica frase risulta abbastanza naturale. Nei romanzi di Zona franca, in una riga ci sono molti più caratteri, e frasi più complesse, ma le spezzature delle righe provano a sottolineare la struttura stessa della frase e la presenza di congiunzioni e subordinate.

Quante pagine?

I lettori dislessici o con disturbi dell’apprendimento non sono tutti uguali. Ogni lettrice e ogni lettore ha preferenze, abitudini, comodità che ama ritrovare nelle sue esperienze di lettura e che riguardano magari i contenuti, ma anche la forma o la finitura stessa del libro. Ci è capitato di incontrare lettori che ci chiedevano storie per dislessici con moltissime pagine, visto che i Leggimi! duravano troppo poco, e altri che amavano l’agilità. Nella collana Zona Franca, ogni testo è suddiviso in capitoli (come è abbastanza usuale) ma all’interno dei capitoli ci sono anche un certo numero di pause strategiche, che non sono richieste dalla narrazione, ma che servono a smontare l’ansia, e a far sempre vedere al lettore che c’è un punto d’arrivo a portata di mano, per fermarsi, respirare, e tornare a leggere con più piacere.

Lavori di squadra

Perché l’alta leggibilità Sinnos non si limita a font, carta, lavoro grafico e redazionale, ma è frutto di un lavoro di squadra che mescola tecnica, indicazioni scientifiche, relazioni con gli autori e le autrici: costruiamo insieme libri che spesso sono diventati modello. Perché nulla è più accessibile, più leggibile con piacere e soddisfazione, di una buona storia.

Vi aspettiamo a Più libri più liberi

E quindi concludiamo riprendendo l’annuncio iniziale. È in libreria finalmente l’ultimo romanzo di Francesca Bonafini (che potrete incontrare a Più libri più liberi il 7 dicembre), La strada ti chiama. Evviva!

più libri più liberi

  1. […] La strada ti chiama e la collana Zona franca di Sinnos Editrice […]