Raccontiamo l’amore. Perché possano goderne

pubblicato in: Novità | 0

C’è per fortuna non solo la Storia che attraversiamo ma anche la nostra storia, unica, speciale, irripetibile.
Ci diciamo che questo è periodo cupo, difficile. Ci diciamo anche che dobbiamo dare ai più giovani strumenti per attraversare non solo la Storia, ma la loro stessa vita. E dare loro il senso della potente bellezza della vita. Innamorarsi, amare, è tra le cose che rendono le nostre vite speciali. Ed è bellissimo, provoca sgomento e mette in subbuglio tutte le parti del nostro corpo (ricordate quel Dante, nella Vita Nova!), può farci soffrire, ma come non ammettere che innamorarsi è tra gli accadimenti più belli delle nostre vite?

Si avvicina San Valentino. E a noi di Sinnos le storie d’amore piacciono molto.

Viola e Storm, protagonisti di D’amore e altre tempeste, mostrano quei subbugli e sgomenti, quello stordimento e quella paura di amare, non solo grazie alle parole ma alle immagini. Una graphic novel che abbiamo accolto ancor prima di comprendere esattamente il significato di tutte le parole – che erano in danese! – illustrata a due mani: la storia di Viola da Katrine Clante e quella di Storm da Rasmus Bregnhøi, che ci ha messo del suo, suggerendo all’unica autrice, Annette Herzog, piccoli pezzetti dei suoi innamoramenti da adolescente.

Viola e Storm sono innamorati l’uno dell’altra, frequentano la stessa classe, ma non sanno come dirselo, non sanno se piacciono davvero all’altro. Hanno paura, soffrono, interrogano gli scrittori e i filosofi, sono alle prese con i primi sconvolgimenti ormonali e – per fortuna in Danimarca si fa Educazione Sessuale a scuola – con i primi desideri fisici, che anche questi sembrano spaventosi, come quei maledetti brufoli che compaiono sulla faccia. Commetteranno errori (soprattutto Storm… ah Storm!) ma, piano piano, sapranno trovare quel coraggio che non teme l’amore.

Attraverso le storie che cerchiamo, ci piace mostrare che l’amore richiede coraggio, come quello di Maddalena, innamorata di Fabrizio Fiorini che trova Celestiale. Lui che dell’amore ha un po’ paura, che non si sente all’altezza. E allora sgomento, tribolazione, struggimento. Per fortuna però Maddalena è coraggiosa. E non teme l’amore. E per fortuna ci sono accadimenti inaspettati. L’amore di Maddalena e Fabrizio (ma anche quello di Ivano) ha girato per l’Italia in lungo e in largo grazie a Francesca Bonafini, è stato letto da centinaia di ragazzi e ragazze, che non credevano che Leopardi potesse essere interessante. Che hanno conosciuto la potenza delle parole e dell’amore.
E l’amore ostacolato di Ciro e Principessa, due moderni Romeo e Giulietta de Il rischio di Chiara Lico: un ragazzo e una ragazza dal destino segnato, ma che sapranno riscattarsi, trovare strade nuove e di libertà.

Ecco, a San Valentino insieme ai baci regaliamo un libro. Per non avere paura dell’amore. Per sapere che l’amore non è possesso, non può contemplare violenza, per essere capaci di cercare e costruire un amore che ti faccia raggiungere le stelle, ma anche te stesso, il te stesso migliore.

Buon San Valentino a tutti!