La font leggimi © è la prima font ad Alta Leggibilità disegnata e progettata in Italia, nel 2006 da Sinnos.
Oggi le font leggimi sono tre:

leggimi ©, la prima font disegnata da Sinnos, che si presta ad essere utilizzata in ogni tipo di testo narrativo o saggistico.

leggimigraphic © studiata per adattarsi nella maniera più naturale possibile al mondo del fumetto e delle graphic novel.

leggimiprima © trova la sua migliore applicazione nei libri, in stampatello maiuscolo, dedicati ai bambini che iniziano a leggere.

 

Le caratteristiche tecniche

• a differenza di altre font per dislessici (ad esempio il dyslexie ©) le font leggimi hanno uno spessore uniforme, che evita assottigliamenti e possibili ridondanze e confusioni;

leggimi non utilizza legature ed è calibrata con una spaziatura decisamente più larga rispetto alle comuni norme di composizione tipografica, volta a facilitare la lettura dei caratteri;

leggimi è disegnata utilizzando accorgimenti che riducono al minimo gli effetti di confusione che derivano dalla lettura di alcune lettere, soprattutto quelle speculari e quelle che hanno forme simili: in questi casi si ricorre alla presenza o assenza delle grazie, alla differenziazione nell’orientamento dell’anello o nella conclusione delle ascendenti e delle discendenti.

Le font leggimi © inoltre sono utilizzate in coordinamento con norme redazionali e di composizione specifiche, tendenti a dare aria alla pagina ma anche a mantenere il più possibile intatte le diverse unità semantiche che compongono la frase.

Scientificità. Il team di lavoro sull’alta leggibilità

Il lavoro sulla font e sugli altri accorgimenti per una lettura accessibile a tutti è in costante aggiornamento ed evoluzione. Grazie alla collaborazione con logopedisti e neuropsichiatri, le font sono continuamente monitorate, calibrate e migliorate. Oltre ad essere testate da bambini e ragazzi dislessici e da diverse classi di scuola primaria e secondaria inferiore, anche grazie ai “lettori in anteprima” della collana Leggimi!. Le font sono alla base di un progetto di ricerca sull’efficacia dei facilitatori di lettura, portato avanti dal TSMREE della ASL RM-E, con l’obiettivo di «verificare la presenza effettiva di un effetto positivo delle font ad Alta Leggibilità (leggimi ©) e di altri accorgimenti di matrice tipografica grafica e redazionale».

 

RICHIEDI LE FONT