Trump, la Brexit, i pericoli dell’incertezza e il nostro impegno

Ieri le mie studentesse americane dell’Università dove insegno erano sotto shock. Ho ricordato loro (con le quali non è facile parlare di politica, tema che generalmente ritengono molto privato e personale) che  hanno una bellissima Costituzione. Che ci sono i vaccini contro l’incertezza e il disorientamento. Quello più efficace è la conoscenza, la capacità di trasformare le tante informazioni in conoscenza, di essere in grado di cercare “L’ignoto Ignoto”, essere cittadini consapevoli del proprio territorio, della proprio lingua, dell’uso delle tecnologie. E ho scritto a mia figlia, che si chiedeva come mai potessi augurarle una “buona giornata”, visto che aveva vinto Trump, che questo è il momento dell’impegno, che non dobbiamo abbatterci ma partecipare, esserci e credere che possiamo sovvertire l’ordine delle cose. Insieme agli altri, cominciando da noi, dai nostri comportamenti.

Il nostro impegno è dare buone storie. Ed è anche quello di offrire conoscenza, o quanto meno un punto di partenza per non farci imbrogliare dall’ignoranza. Quella che purtroppo impera in molti Paesi del mondo. E che poi fa fare scelte di chiusura che potrebbero essere pericolose, creare ulteriori conflitti e povertà .

Stamattina ho incontrato 2 classi di prima media della scuola Margherita Hack di Roma. Grazie all’opportunità che Più Libri Più Liberi offre agli editori di icontrare, prima dell’incontro ufficiale, i ragazzi su libri che si presenteranno in Fiera (7-11 dicembre). I ragazzi li leggono in anteprima, li vedono in  bozza a volte, e in un primo incontro, hanno la possibilità di sapere del mestiere dell’editore, del rapporto tra editore e autore, e di tutto quello che c’è intorno alla nascita di un libro. Io ho portato La Compagnia dei Soli, graphic novel, appena uscita, di Patrizia Rinaldi e Marco Paci.la-compagnia-dei-soli_web

Ho spiegato loro che ci sono libri che si devono leggere e studiare, ma che io gli avrei parlato dei libri del piacere. Con storie come quella che si sono preparati a leggere: una storia di ribellione alle regole ingiuste. Una storia di ragazzini che si trovano a subire una assurda guerra, violenta e crudele. Una storia dove un nano, una ragazza bellissima e fortissima e il figlio ribelle del terribile condottiero, si ritrovano insieme ad un gruppo di bambine e bambini, a scappare dal male e a trovare un modo per sconfiggerlo. Fiction pura, avventura, segni forti e decisi nel segno di Marco Paci, scrittura poetica e affilata quella di Patrizia Rinaldi.

Abbiamo ricevuto, da quei 44 ragazzini piuttosto vivaci, in dono il silenzio e l’attenzione. E poi le domande, una dietro l’altra, domande intelligenti e mai banali. Tante da farci sforare con il tempo. Abbiamo ricevuto in regalo il tempo, la relazione per ragionare su un tema forte, quello della legalità che è concetto positivo solo quando parliamo di regole condivise. Altrimenti non è legalità: è ingiustizia e dittatura.

E allora, sempre a Piùlibri incontreremo ragazzi, bibliotecari, insegnanti su un fumetto particolare, che racconta un viaggio: quello nell’Italia delle tante fedi, delle tante tradizioni religiose. Che ci sono da millenni o da meno tempo, ma che ci sono e con le quali conviviamo serenamente. Se ce lo lasciano fare e se impariamo a conoscere e non a limitarci alla superficialità di messaggi grossolani. Perchè “le parole sono pietre”, ci ricorda Carlo Levi. E usarle in maniera sbagliata, senza conoscere, è pericoloso. Il viaggio di Luca e Martina è stato fatto davvero, da Lia Tagliacozzo, mentre Eleonora Antonioni, sul suo tavolo da disegno ha dato volti e concretezza ai luoghi che Lia le raccontava. Non un libro di storia delle religioni, ma un racconto su quello che abbiamo qui, per smantellare ignoranza e pregiudizi, perchè si aprano tanti spazi di dialogo tra tutte le ragazze e i ragazzi che abitano il nostro paese e che possono, come i protagonisti di questo libro, parlarsi, raccontarsi e avere desiderio di crescere fianco a fianco. In pace.

Della Passarelli, direttrice editoriale

inviati-per-caso_web

Gli appuntamenti sui due libri a Più Libri Più Liberi:

Mercoledì 7 dicembre ore 11.00 Sala Diamante
Inviati per caso: viaggio nell’Italia delle Religioni
di Lia Tagliacozzo e Eleonora Antonioni
Con Rosa De Pasquale, Capo Dip.to Sistema educativo di Istruzione e Formazione MIUR; Paola Gabbrielli, Tavolo Interreligioso di Roma; Livia Ottolenghi Assessore Ucei Scuola, Formazione e Giovani, Claudio Paravati, Direttore di Confronti. Saranno presenti le autrici.
Con il patrocinio della Unione delle Comunità ebraiche Italiane – UCEI

Mercoledì 7 dicembre ore 12.00 Sala Turchese
Il coraggio di ribellarsi
Incontro con Patrizia Rinaldi – Premio Andersen 2016 Migliore scrittrice – e Marco Paci, scenografo e illustratore su La Compagnia dei Soli

Mercoledì 7 dicembre ore 17.00 AREA LABORATORI
Proposte d’autore Laboratorio di Marco Paci
Sul fumetto. La compagnia dei soli
Per ragazzi da 11 a 13 anni
giovedì 8 dicembre 10.30 AREA INCONTRI
Proposte d’autore
Inviati per caso. Viaggio nell’Italia delle religioni
Con Lia Tagliacozzo e Della Passarelli
Per ragazzi da 11 a 13 anni e famiglie

Posted: giovedì, novembre 10th, 2016 @ 14:00
Categories: appuntamenti, articoli, novità.
Subscribe to the comments feed if you like. You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply