Riprendiamo!

Le pause, quando possiamo goderne serenamente, sono sempre belle e necessarie. Tornare in casa editrice, ritrovarci, raccontarsi letture e passeggiate, incontri e ricette con una energia nuova per ricominciare è sempre bello. Bello ritrovarsi su un progetto comune al quale teniamo e per il quale ci impegniamo. Felici quindi di aver ripreso l’anno con la possibilità di parlare a Fahrenheit del valore che riteniamo abbia fare libri per bambine e bambini, ragazze e ragazzi. Felici di aver trovato al nostro rientro le nuove avventure di Lucilla Scintilla, in libreria tra qualche giorno, e scoprire – con l’aggiunta di nuovi colori – cosa accadrà con il nuovo cagnolino, nella campagna dei nonni.

 

lucilla-scintilla-2lucilla-scintilla-3

Felici dunque di riprendere il nostro lavoro, discutendo novità, mettendo mano ai libri che tra poco andranno in stampa, riflettendo insieme su quello che vogliamo continuare a dire con i libri che pubblichiamo.

Il momento non è facile. Quello che vorremmo continuare a mostrare e raccontare è che non dobbiamo rinunciare alle grandi possibilità che provoca l’avere relazioni fatte di comprensione e rispetto. E’ da queste relazioni che possono nascere idee e soluzioni per affrontare i piccoli problemi dell’esistenza, ma anche quelli drammatici e enormi. A cosa serve fare i libri? E’ una domanda che ci poniamo spesso.

Recentemente abbiamo pubblicato Il Club della Via Lattea, di Bart Moeyaert, con la bellissima traduzione di Laura Pignatti. Nella storia di Oscar, Max e Emma, nell’evolversi della loro amicizia, nel vivere le loro grandi e piccole angosce, le loro gioie e le loro sorprese, abbiamo trovato molto di quei valori che vogliamo mostrino i libri. Saper comprendere, senza farsi travolgere; imparare a conoscersi per capire gli altri, saper perdonare ma senza per questo non pretendere cambiamento e consapevolezza. Bambine e bambini, ragazze e ragazzi che crescono con i libri possono fare la differenza.

il-club-della-via-lattea_web

Abbiamo perso un compagno di viaggio prezioso, Tullio De Mauro, che credeva e si batteva perché si investisse il più possibile e con lungimiranza nella educazione, nello studio, nei libri  e nella lettura. Ci è stato accanto all’inizio del nostro percorso regalandoci l’introduzione alla prima nostra collana, I Mappamondi. Lascia una grande eredità e un grande compito a tutti noi che crediamo che la cultura e la conoscenza siano le basi indispensabili per una cittadinanza partecipata e consapevole, ricca di risorse e capace di affrontare e risolvere problemi. Ecco. Lo salutiamo da qui,  promettendo che ce la metteremo tutta per fare buoni libri e perché biblioteche e librerie fioriscano nelle nostre città e nelle nostre scuole.

 

 

Si ricomincia

…che in effetti il nuovo anno ricomincia da settembre.

Buoni propositi e mille cose da fare. Il tempo lento è finito ma noi che leggiamo abbiamo la possibilità di riprendercelo, fortunati noi.

Qui in casa editrice siamo rientrati tutti da un po’. Quasi tutti: c’è una mamma che è impegnata ancora altrove, ma che non smette di seguirci. Abbiamo un sacco di figli e nipoti qui alla Sinnos, in effetti. Impossibile contarli. Dai primi mesi agli ormai ultra ventenni. Qualcuna inizia l’asilo, qualcuna va in prima media e qualcuno finisce l’università. Qualcuna sta imparando a camminare, qualcuno a leggere.

Comunque siamo stati felici di ritrovarci e di ritrovarvi. Proprio ieri sono arrivati dalla tipografia i nuovi libri! Presto saranno in libreria. Una giovane artista giapponese che gioca con tanti elementi diversi che alla fine costruiscono animali… ma anche fratelli e sorelle. Gli ingredienti sono tanti, ma ognuno di noi è speciale, lo sappiamo bene.

la-mia-fabbrica_web

E poi una nuova narrativa a colori che arriva dall’Olanda: una giovane contessa capricciosa, che fa un sacco di dispetti e il cuoco Oreste che scompare: chi cuocerà l’uovo cotto a puntino, non troppo duro non troppo mollo, che tutte le mattine la contessa pretende di mangiare? Ecco ricominciamo con impertinenza.

Impertinenza, sovversione. cambiamento, ironia, coraggio: come quello di essere impertinenti, ma anche come quello di ridere di noi, delle nostre (a volte magnifiche) imperfezioni. Queste alcune delle parole che ci ripetiamo più spesso qui, quando leggiamo, selezioniamo storie e immagini.  Vogliamo raccontare a bambine e bambini, ragazzi e ragazze che si può partire da noi perchè a partire dal  nostro piccolo fino ad arrivare al Mondo,  si può agire, si può “stare” dentro le cose senza farsi sopraffare, senza essere passivi. Questi tra i nostri buoni propositi. Difficile dirlo quando nel nostro piccolo mondo di editori ci si divide, tra Milano e Torino, fiere di qua e fiere di là.  Che fare? Ci sembra una grande sciocchezza questa divisione. Sappiamo che sceglieremo, prenderemo decisioni ma con grande attenzione e calma. Confrontandoci con compagni di viaggio affini a noi. Senza urlare troppo. Non serve ora. Serve essere lucidi e responsabili. E fare bene il nostro lavoro: buoni libri.

 

luovo-per-la-contessa_-web

Stare nelle cose per cambiarle e riempirle di contenuto. Non sempre vale la pena. Però provarci almeno si può fare. Tra poco si chiudono i gemellaggi del grande progetto #IOLEGGOPERCHE’ promosso dall’AIE. Che poi era un vecchio progetto, gemellaggi scuola-libreria, lista di titoli condivisi da entrambe, chiamata a raccolta della cittadinanza perchè si vadano a comprare i libri che poi saranno consegnati alla scuola.Se volete è la scoperta dell’acqua calda, per chi fatica a trovare fondi per le proprie biblioteche scolastiche (che poi non esistono se non per volontà di adulti lungimiranti). Pensiamo che iscriversi, gemellarsi, valga la pena comunque. Anche se i tempi del progetto sembrano vincolanti (acquisto libri in ottobre), anche se c’è la promessa di una donazione di libri che non si sa bene in cosa consista (e abbiamo già scritto che siamo contrari a donare, non riceverete libri Sinnos in dono: non per cattiveria, ma perchè i libri sono il nostro lavoro, ne facciamo pochi ma molto buoni, se dovessimo donarli non potremmo più progetterne altri e vorrebbe dire che il nostro lavoro non ha alcun senso). Gemellatevi, conoscetevi tra scuole e librerie. Approfittate della campagna che accenderà un po’ di riflettori sul lavoro dei librai e delle scuole che credono nei libri e nella biblioteca. Magari questo farà sì che la gente comune, dalla dentista al fornaio, dal postino alla farmacista, capiranno che comperare un libro per una scuola in una libreria, un paio di volte l’anno, non è una gran spesa ma è un ottimo guadagno per tutti.

Coraggio allora, andiamo a cominciare!! Buon inizio a tutte e a tutti

TORINO È ALLE PORTE!

Salone-del-Libro-Torino2

 

È stato un fine settimana intenso e prezioso: a Mantova nella libreria Nautilus e poi a Suzzara, bella bellissima biblioteca a parlare del nostro progetto editoriale a persone attente, competenti, appassionate… Mentre nel frattempo a San Giuseppe Jato si inaugurava la Biblioteca Scolastica con le nostre Biblioteche di Antonio.

E stamattina, in casa editrice , si avverte un  lavoro si fa febbrile e teso. I libri sono chiusi ormai e li aspettiamo da un momento all’altro. Vederli e toccarli, dopo aver lavorato su bozze, su pc, dopo aver discusso su copertine e titoli, dopo averli rivisti e fatti rivedere agli autori per l’ultima volta, è sempre una grande emozione.

Ho da poco riletto d’un fiato In equilibrio perfetto, di Zita Dazzi, prima di darlo in stampa. E mi sono di nuovo emozionata nel seguire la storia di Amanda.  Adolescente come sono tante, con i suoi chiari scuri. Con a volte l’incapacità di empatia e compassione, con quell’egoismo tipico di quella età della vita. Ma che poi sbocciano. Crescono e si aprono alla vita. Zita lo  presenterà con me a Torino giovedì 12 maggio alle 10.30, Bookstock Village. Così avremo modo di raccontare quale è il percorso di un libro e come è bello – per un’autrice ed una editrice –  trovarsi, riconoscersi nella scrittura e nella volontà di farla arrivare ai lettori. Con cura, competenza e  passione.

A Torino canteremo e racconteremo di biciclette, grazie a Officina Millegiri di Eleonora Antonioni e Andrea Satta. Venerdì 13 maggio alle 20.30 nell’Arena Bookstock Village insieme agli autori ci saranno anche Angelo Pelini dei Têtes de Bois e Massimo Cirri e Sara Zambotti, conduttori di Caterpillar!

E poi  ci saranno tante altre novità, e incontri: Fabio Stassi e Federico Appel, con il loro Zumbi;  Eugenia l’ingegnosa e la costruzione di ponti, che faremo insieme ad Area Onlus 

E a Torino ci sarà anche un progetto che ci sta a cuore, quello di Ibby e della Biblioteca di Lampedusa. Domenica 15 alle 10.30 Claudia de Lillo, alias Elasti, condurrà l’incontro con Fabio Stassi, autore adottato dal Salone del Libro, leggete che meraviglia il suo diario.

Grazie allora a chi si occupa di educare alla lettura , la gratitudine non sarà mai abbastanza.

A BOLOGNA! A BOLOGNA!

 

Eccoci. Atmosfera elettrica qui in casa editrice. I pacchi sono ormai quasi fatti. Pacchi che verranno caricati sul nostro furgoncino e che arriveranno alla guida di Federico Appel, con il conforto della navigatrice Valeria Di Giuseppe, in fiera domenica.
IMG-20160331-WA0003

scatole cariche cariche di novità per Bologna!

E così redattore e grafica avranno un bel tempo per chiacchierare!

IMG_20150329_192824Bologna 2015, Valeria, Federico e Aneta con il boccone in bocca e scatoloni al seguito

Per fortuna sono arrivate le copie delle due novità che attendevamo con ansia! Potremo caricare sul nostro furgone quindi, oltre a Officina Millegiri e Draghi dell’altro mondo anche Un ottimo lavoro (eh il nostro Fìrmin!) e I bambini sono cattivi. Ricordate La prima volta che sono nata? Ebbene con questo nuovo albo Cuvellier, con le illustrazioni di Aurélie Guillerey, diventa graffiante e ironico ribaltando lo stereotipo di bambine e bambini angioletti da strapazzare di baci. A noi di Sinnos piacciono l’ironia e il sovvertimento. E ci fa piacere proporveli.

E sono arrivate le nuove borse! Non potevamo resistere alle biciclette di Eleonora Antonioni! Così, insieme a quella ormai classica delle Cattive Ragazze (che continuano a leggere) avrete anche la sorpresa di un nuovo slogan e di una bicicletta davvero speciale. Come lo sono le lettrici e i lettori. E chi si dà da fare per offrire alle bambine e ai bambini, alle ragazze e ai ragazzi i migliori libri.

60ffeaa20fc2826bf07ba7ca7a594564

Lo facciamo da anni, con il nostro lavoro di editori – insieme agli altri che con noi saranno in Fiera a Bologna – ma lo facciamo anche con le Biblioteche di Antonio, progetto arrivato alla sua XI Edizione. Oltre 20 le scuole che hanno mandato il loro progetto. A Bologna sceglieremo i migliori titoli da inviare alla scuola che sarà selezionata, li acquisteremo (perché i libri si comprano) e in ottobre faremo arrivare i libri a scuola.

barone sinnos

Quest’anno Le Biblioteche di Antonio hanno una madrina speciale, Sofia Gallo – la nostra cacciatrice di storie, autrice di una delle nostre novità Draghi dell’altro mondo –che ha deciso di donare i suoi diritti di autore all’acquisto dei libri. Questa donazione copre almeno la metà dei nostri acquisti ed è un sostegno davvero importante. Quindi cercheremo di fare in modo che ci sia nel momento della consegna alla scuola!! (Sofia preparati! :))

Felice anche di proporre alla Fiera due incontri importanti, su due libri che portano con loro tutto quello che c’è nel nostro progetto editoriale.

Il 4 aprile, alle 15.00 – caffè degli autori – Fabio Stassi e Federico Appel, insieme aDavide Pace parleranno del modo di narrare nelle Graphic. Avere un autore come Fabio Stassi a Bologna credo sia un bel fatto. È uno scrittore potente e gentile, che sa mescolare la Storia con le storie. Mi piace da lettrice e quindi sono davvero felice che abbia scritto per Sinnos La Leggenda di Zumbi l’Immortale, che abbia saputo rovesciare per noi il cannocchiale della storia e che sia entrato nel mondo della letteratura per ragazzi. Su Federico Appel che dire? È un ottimo guidatore! Ma è anche un particolarissimo illustratore che insieme a Fabio si è divertito a giocare con la Storia. E le storie.

Nel week end dei lettori, il 9 aprile alle 11.30, ci sarà invece Andrea Satta, con uno dei musicisti dei Tetes de Bois, Angelo Pelino, per incontrare (raccontando e cantando) i ragazzi su Officina Millegiri. Nata dalle bicilette di Eleonora Antonioni, sulle quali Andrea Satta ha scritto alcune storie per poi restituirle ad Eleonora che ha completato il tutto, è un libro che parla di tempo, velocità lenta, attenzione, leggerezza e di apertura di possibilità, di punti di vista diversi. Di incontri, di passioni. Ecco perché questo libro ci rappresenta pienamente.

Domenica 3 saremo quindi in viaggio e poi ad allestire lo stand! Ma poi da Cenerentole ci trasformeremo in principesse ( e principi!!) e saremmo alla inaugurazione della mostra di Chiara Carrer  e poi di corsa alla inaugurazione della mostra Un altro sguardo. Figure e storie di diversabilità nei libri per ragazzi. Bologna è speciale anche per questo.

Non mancate poi agli appuntamenti organizzati di Ibby Italia preziosa organizzazione per quello che scrivevo all’inizio e cioè la diffusione di buoni libri e di educazione alla lettura tra i ragazzi.

E infine i due incontri in cui sarò relatrice:

il 4 aprile alle 14.45, sala Intermezzo Il racconto delle migrazioni nella letteratura per ragazzi e il 5 aprile alle 16.00 Caffè Traduzioni Cosa traduciamo quando traduciamo libri per bambini.

Vi aspettiamo in Fiera!!

4-7 aprile 2016

Sinnos pad 26 stand B35

La Sinnos alla Fiera del libro per ragazzi di Bologna 2012

Come ogni anno parteciperemo all’importante appuntamento del Bologna Children’s Book Fair. Vi aspettiamo allo stand B/08 pad. 26 dal 19 al 22 Marzo: le novità della fiera sono libri che lasciano il segno, dai piccolissimi ai giovani adulti, anche per chi ha difficoltà di lettura. E, in più, tanti incontri da non perdere.
Le novità:

Collana I nidi: un nuovo libro per i più piccoli sul tema della diversità
Il pinguino verde
testo e illustrazioni di Valentina Muzzi
Una divertente storia in rima, arricchita da vivaci illustrazioni, con protagonista un pinguino che non sa che cosa vuol fare da grande. Imparerà che ci vuole tanto coraggio per cambiare (come fa a diventare verdi come una rana?), ma ancora di più per farlo rimanendo se stessi, perché ogni individuo ha la propria unicità e il proprio posto nel mondo.

Collana leggimi: libri per tutti, anche per chi fa fatica a leggere
Il segreto dei pirati, di Paola Balzarro, illustrazioni di Ilaria Pigaglio
Giulio, Pietro e Cecilia abitano a Rocciadura, un paesino a picco sul mare, dove più nessuno trova un lavoro, e turisti non se ne vedono da anni. Sarà proprio l’esuberanza dei tre bambini però a cambiare la situazione in meglio: messi in punizione nel vecchio magazzino della scuola saranno i primi a scoprire l’antico segreto dei pirati… I volumi della collana leggimi! sono libri per tutti perché realizzati con particolari accorgimenti grafici che facilitano la lettura, anche ai bambini dislessici.

Collana Zonafranca: protagonisti i giovani adulti
Fragile, di Fabrizio Casa
Il sovrintendente Mitraglia si trova ad affrontare una serie di rapine, per le quali l’unico indiziato è Andrzej Corso, un quindicenne che vive con sua madre Vera, originaria della Polonia. Il poliziotto però non vuole credere alla sua colpevolezza, e nel corso delle indagini si troverà a fare i conti con un vecchio omicidio irrisolto, un passato doloroso e un presente in cui il rugby, e i suoi valori e le regole certe, potranno forse dare una svolta alla vita di Andrzej, ma dove nulla è innocuo. Nemmeno la fragilità.

Gli incontri in fiera

Lunedì 19 Marzo, sala Ronda Blocco, ore 15.00
Marco e Asha vanno in ospedale. Pensieri di bambini sordi
Dal libro di Marisa Bonomi, ill. di Cristina Pietta, Sinnos, con DVD
Intervengono: Marisa Bonomi, Associazione Marcoli ed Adele Messieri, Fondazione Gualandi
L’albo Marco e Asha vanno in ospedale dà voce ai pensieri di due bambini sordi che devono affrontare l’intervento per l’impianto cocleare, ed evidenzia fatiche ed ansie che accompagnano tutto il processo terapeutico.

Mercoledì 21 Marzo, sala Intermezzo, ore 14.30
“Come si diventa scrittori per ragazzi?”
a cura di Editoriaragazzi.com e Sinnos Editrice
Cinque autori italiani di età ed esperienza diverse rispondono a questa domanda in quindici minuti ognuno. Moderato da Manuela Salvi, con un intervento di Della Passarelli, l’incontro vedrà protagonisti Guido Sgardoli, Janna Carioli, Fulvia Degl’Innocenti, Pino Pace e Patrizia Rinaldi.

Giovedì 22 Marzo, Biblioteca Salaborsa, ore 11,00 Sala Burattini Facce da libri: autori e editori incontrano il pubblico di Bologna
“Divento verde” Laboratorio a cura di Valentina Muzzi su Il pinguino verde  
Che cosa succede se un pinguino vuole diventare rana? Lo racconta chi questa storia l’ha inventata e illustrata