Senza categoria

Buone vacanze e buone letture

estate2017

Ci prendiamo una pausa! Saremo chiusi dal 1 al 28 agosto:

buone vacanze e buone letture a tutti voi

Un ottimo lavoro!

Premiati! Che è sempre bello ricevere premi. Non solo per il piacere di essere sul podio, ma soprattutto perché i premi ricevuti sono dati da chi seriamente lavora con i libri per bambine e bambini, ragazze e ragazzi. E perché spesso l’ultima parola spetta proprio ai nostri giovani lettori.

Significa che il nostro lavoro lo stiamo facendo bene. E cercheremo di farlo anche meglio. Non per essere premiati (che ci rende strafelici!) ma per dare buoni libri ai più piccoli: per crescere con mente aperta e libera, con gli strumenti per esercitare diritto di parola e spirito critico. Insieme all’immaginazione e al riprendersi tempo. Tempo per pensare, per stare, per conoscere se stessi e gli altri. Per attraversare la vita e il mondo con sapienza. E per essere anche – perché no – più felici. Noi ci battiamo, insieme a tanti magnifici compagni di strada, perché questo paese abbia una legge sul libro. Che preveda libri a scuola, e nei territori che abitiamo grazie alle librerie e alle biblioteche. Perché sia NORMALE avere tanti libri a disposizione. Non si tratta di battaglia di retroguardia, si tratta di crescita di democrazia, di cittadinanza, di partecipazione e di progresso economico.

Ma ora festeggiamo con voi i nostri premi!

IMG_20170607_183725_621

L’ultimo, che abbiamo ricevuto questa settimana è il Premio nazionale Un libro per l’Ambiente  – sezione divulgazione scientifica – per “Piccola Guida per Ecoschiappe“, di Iwona Wierzba e Emilia Dziubak. Un premio importante che vede bambine e bambini coinvolti dalla giuria tecnica: sono loro quelli ai quali compete il giudizio finale! Questo significa che i libri girano, vengono letti e discussi. Già essere coinvolti nel premio è una grande vittoria, per la diffusione di libri e lettura.

20170609_113637[1]

Come accade per il Premio Letteratura ragazzi di Cento  che quest’anno ha premiato “Un ottimo lavoro“, di Ibàn Barrenetxea. La storia del falegname Fìrmin ci è nel cuore. Abile, capace e paziente. Il suo è davvero un ottimo lavoro! La Motivazione della Giuria Tecnica:
Firmin è un falegname abile e timido, preciso e tenace che unisce all’abilità del suo mestiere una serena saggezza. Una saggezza che può sconfiggere la guerra e la prepotenza; una sapienza che può inoltrarsi nell’orizzonte tracciato dall’utopico e dal possibile ( la pace) . La forza comunicativa ed evocativa delle illustrazioni è sorretta dal l’ironia e dalla lievità del linguaggio creando una perfetta sinergia tra parole e immagini, ragione ed emozione, detto e non detto. Si segnala inoltre la raffinata scelta dei materiali e la cura grafica e tipografica del volume.

lowres-5156
E ultimo, certo non per importanza ma perché già ne abbiamo dato notizia, il Premio Andersen per il miglior libro a fumetti 2017 è un libro tutto italiano, che ha messo insieme la scrittura di Patrizia Rinaldi e il segno di Marco Paci: “La compagnia dei soli“. La motivazione:
Per una storia di solitudini, destini e soprattutto libertà, dove spazio e tempo si piegano di fronte all’intensità di testo e immagini. Per le illustrazioni visionarie, capaci di restituire al lettore le atmosfere claustrofobiche tanto del vulcano quanto della contingenza bellica. Per la perfetta fusione dei linguaggi e per l’equilibrio tra reale e immaginifico, che qui trovano giusta sintesi nella forma del fumetto

I diritti delle bambine e delle ragazze passano – anche – per i libri

ninaeidirittidelledonne_copertina_ULTIMA.indd_h_partb

Mosse da un numero di Leggendaria dal titolo Oggetto Bambine  e da un incontro a Mantova con Louise O’Neil, autrice di Solo per sempre tua, per il Castoro,  si è accesa la curiosità, in alcune di noi qui in Sinnos, di andare a leggere quello che l’editoria commerciale e più venduta propone alle ragazze come modello femminile. Infatti Leggendaria offre una serie di approfondimenti sulla precocità di alcuni atteggiamenti passivi rispetto al proprio corpo e alla propria sessualità, da parte di alcune (speriamo poche) bambine, e la O’Neil ci racconta una sorta di re-make del Racconto dell’Ancella di Atwood, assolutamente senza speranza. Un libro duro, impietoso sull’ossessione di un corpo perfetto e una mente sottomessa per essere scelte dai maschi che ormai hanno il potere assoluto, in un mondo distopico .

Due punti di partenza per chiederci se le denunce di Leggendaria e della O’Neil abbiano senso. Così ci siamo tuffate (a dire il vero proprio tuffate no) nella lettura di quei libri da milioni di copie nel mondo che parlano d’amore e di sessualità. L’impressione è che tra le donne che subiscono violenze in nome del cosiddetto amore, di questi libri ne siano girati parecchi. Solitamente il protagonista maschile è bello ma dannato. Spesso violento. La protagonista femminile è più brava ragazza, e fa di tutto per salvarlo. Ogni tanto si ribella, ma “è schiacciata dall’amore” e – nonostante tutto – finché il lui di turno (violento, scontroso, geloso, possessivo) la vorrà con con sé, lei ci sarà.

Siamo di nuovo all’8 marzo, giornata in cui si ricorda l’impegno delle battaglie delle donne per i loro diritti. E allora, noi che cerchiamo e pubblichiamo storie per bambine e bambini, ragazze e ragazzi, non possiamo che ribadire e continuare a chiedere che venga esercitato il diritto di leggere, che siano sostenuti e creati luoghi – biblioteche, libri a scuola, librerie – dove si possa inciampare, spesso e con felicità, in libri diversi, libri che abituino alla complessità, con linguaggi ricchi, con protagonisti a tutto tondo, con chiari e scuri, e mai piatti e prevedibili. Perché la tutela dei diritti delle donne passa anche attraverso i libri.

donna9

Noi, la storia dei diritti delle donne, l’abbiamo raccontata con Nina. Un libro che si può regalare per questo 8 marzo: perché anche la storia del cognome, non è poi così cambiata.
Abbiamo continuato a parlare di diritti con le biografie, e uno dei fili che lega Nina alle Cattive Ragazze è quello della storia di Franca Viola,e del suo NO, che ha aperto la strada al cambiamento di leggi, che ha cancellato il matrimonio riparatore. Franca Viola è tra le 15 donne raccontate nella graphic uscita ormai nel 2012, che ha viaggiato con un bellissimo progetto (e uno spettacolo teatrale) in tante scuole italiane, da Alcamo a Torino. Le Cattive Ragazze si sono moltiplicate, scritte sulle lavagne delle classi che hanno ospitato il progetto, addirittura scritte sulle lavagne di un carcere, quello di Saluzzo. Le Cattive Ragazze, che continuiamo a ristampare, e che vanno in mostra, di nuovo in giro per l’Italia: il prossimo 8 marzo saranno a Novellara, nella Biblioteca Malagoli che ospiterà la mostra delle tavole originali di Sergio Riccardi per un mese.

Oltre ai saggi e alle biografie ci sono poi le storie. L’impegno che ci siamo presi è quindi quello di cercare e proporre storie dove ci sia una Amanda, che non ha nessuna intenzione di subire Luca, nonostante ne sia attratta, perché nonostante sia adolescente complicata e sofferente, è in grado di trovare il suo equilibrio, grazie alle donne che le sono intorno e a quel ragazzo – Bruto –  che è capace di portarti di notte al mare, in motorino, nonostante sappia di Dostoevskij e parcheggi correttamente il motorino.
Accanto a Bruto e ad Amanda, ci mettiamo Eugenia e il suo fratellino, che grazie all’aiuto di tanti animali, costruiranno un ponte per collegare due isole; la piccola Lucilla Scintilla che con curiosità scopre il mondo, coraggiosa e sensibile;  l’intraprendente Chun Yu, che impara a difendersi da sola con grazia e forza.

PIOGGIADIPRIMAVERA

Insomma, l’impegno è nel fare buoni libri, che sappiano raccontare le relazioni tra generi,  per crescere  persone che sapranno distinguere tra amore e possesso, che sapranno rispettare ed ascoltare l’altro. Donne e uomini liberi, consapevoli dei propri limiti e quindi senza bisogno di sottomette per prevalere.

Purtroppo questo non accade in gran parte del mondo. E non accade sempre neanche nella civilissima Europa e nella nostra Italia, che pure tanti traguardi ha raggiunto. Ma che vede convivere il diritto allo studio con gli omicidi per gelosia, il diritto al lavoro con le dimissioni in bianco. Cercare per le  bambine e le ragazze e per i  loro compagni, storie e biografie che mostrino l’efficacia e la possibilità offerta dalla libertà delle donne, è uno dei compiti del nostro mestiere, che ha a che fare con la crescita di pensiero, di democrazia, di relazioni rispettose e positive. A questo deve corrispondere un impegno delle istituzioni per allargare il diritto di leggere, per far inciampare, come abbiamo scritto, sempre più bambini e ragazzi nei libri. Ci vogliono biblioteche, biblioteche nelle scuole, sostegno alle librerie indipendenti. Altrimenti il rischio è quello di essere sommersi dalle storie in cui ci siamo “tuffate”, ma dale quali usciamo volentieri.

Se volete fare un regalo per l’8 marzo, approfittate della nostra OFFERTA dedicata

Amori inaspettati

La festa degli innamorati si avvicina e non possiamo non parlarvi di sentimenti. Gli amori che ci piacciono sono quelli inaspettati, che sovvertono gli schemi e cambiano le regole… e che regalano sorprese!

APPUNTAMENTO NEL BOSCO_web

Lo sa bene la pipistrellina di Appuntamento nel bosco che è alla ricerca dell’anima gemella e ha fissato un appuntamento al buio con un misterioso cervo volante. Sarà bello e affascinante? Lei forse non sa che è un insetto coriaceo… ma l’amore vero riesce a smantellare pregiudizi e a superare muri. Regalando felicità inaspettate.

contessa54

E ancora la Contessa capricciosa e imprevedibile de L’uovo per la contessa non si aspetta certamente il disastro che causa l’assenza del cuoco Oreste, che ogni mattina le prepara un perfetto uovo alla coque (e che lei non ringrazia mai). Al suo ritorno sarà pronta a cambiare, ad essere più gentile e a disegnare cuoricini.

ILCAVALIERESAPONETTA

La sctenata Lucy de Il Cavaliere saponetta non sembra proprio la classica principessa in grado di far perdere la testa ad un cavaliere, soprattutto se sua sorella si chiama Linda e il Cavaliere Saponetta, che arriva a corte, ha una vera ossessione per la pulizia. Ma una ragazza grintosa e piena di forza non è una qualunque e Roger De Sen Tro Pè se ne accorge presto. E insieme balleranno benissimo.

Se volete trascorrere il prossimo S. Valentino leggendo, approfittate della nostra OFFERTA.

 

 

 

La memoria raccontata ai bambini

Sono stata una giornata intera, lo scorso 20 gennaio, in due scuole milanesi a raccontare dell’importanza dei libri a bambini di terza e di quarta elementare, per celebrare la Giornata della memoria. Sono bambini nati poco meno di 10 anni fa. Quando ho detto loro che ero del ’62 mi hanno fatto notare che dovrei metterci il “novecento”, prima… Sono bambini piccoli eppure immersi in un rumore di negatività: ascoltano i telegiornali, ascoltano soprattutto gli adulti. Bambini. Ascoltatori. Adulti di domani.

Nel nostro catalogo non ci sono libri specifici legati alla memoria se non quella preziosa raccolta di documenti, che abbiamo accolto – già pubblicata – diversi anni fa: Dalle leggi razziali alla Shoà, di Nando Tagliacozzo. Da questo libro, dopo aver chiesto a bambine e bambini quanto tempo ci mettessero la mattina a prepararsi per andare a scuola, ho letto il foglietto che le SS davano agli abitanti delle case in cui entravano per portarli sui treni e poi nei campi di concentramento. I documenti a volte possono aprire al ragionamento quanto la narrazione. Possono essere potenti.

Ho raccontato loro il mestiere che faccio, e del rogo del 1933 a Berlino, dei libri. Perché bruciare i libri? Per non consentirci più di chiedere “perché”.

Klaus e i ragazzacci_web

E allora,  pur se lontano dalla Storia che riguarda la Giornata della Memoria che celebriamo ogni anno il 27 gennaio, ho letto loro la prima parte della storia di Klaus Vogel. Che arriva nell’Inghilterra dalla Germania Est, non si sa come – forse nel bagagliaio di una macchina. Che ha perso entrambi i genitori: in prigione? uccisi? Suo papà (forse) era un famoso cantante lirico. E Klaus sa cantare. Ma soprattutto sa giocare a pallone, cosa che lo renderà interessante sia per il narratore della storia, il suo primo amico inglese, che per Joe e la sua squadra di ragazzacci. Teppistelli, che vivono nell’ombra del capo, che gli obbediscono e lo seguono in orrende avventure come quella di dare fuoco alla siepe del giardino del signor Eustace.

Semplicemente, quando a Klaus viene richiesta la “prova” per entrare nel gruppo, lui chiede “Perché lo facciamo?”. E se ne va. La potenza di quel “perché” cambierà la piccola storia di quel piccolo paese inglese e dei suoi ragazzi.

È per questo che Jella Lepman, rientrata nella Germania con l’esercito americano con l’incarico di “rieducare donne e bambini” (dopo che – ebrea tedesca – dalla Germania nazista era scappata nel 1938) stabilì che solo i libri potevano salvare quel paese, libri per bambine e bambini, che nutrissero le loro menti, le esercitassero a interrogarsi e a immaginare, perchè aiutassero gli adulti a “rimettere per il verso giusto questo mondo sottosopra”.

lastradadijella_copertina_def

E dopo aver letto  Klaus e i ragazzacci, di David Almond, sono passata ad Un ottimo lavoro. Perchè è sano ridere della stupidità della guerra. E il modello da seguire è quello del prodigioso Firmin, non certo l’ottusità del Barone Von Bombus.

unottimolavoro_interni_BASSA-10

Perché anche così possiamo celebrare la Giornata della memoria: mostrando ai bambini la preziosa arte dell’ironia, che capovolge e sovverte e smaschera l’insensatezza e l’ingiustizia. Anche molti che ne facevano uso durante il nazi-fascismo sono stati  perseguitati e uccisi per questo.

Allora facciamoli leggere, parliamo con loro, raccontiamo le storie delle memorie familiari, facciamo capire loro l’importanza di non dimenticare, e che ci siano sempre più Klaus  a chiedere perché e a ribellarsi contro le ingiustizie e gli orrori. E a cambiare la storia.

 

WAT EEN LEUKE VERRASSING! (che bella sorpresa, in olandese)

Tempo di novità. Tra poco Più Libri Più Liberi, dove troverete i nuovi arrivi, che tanto ci hanno impegnato e che tanto ci entusiasmano. Il Grande Libro dei Treni,  con il quale potrete viaggiare nel tempo, nello spazio, raccontandovi  le storie dei viaggiatori (e il cuoco? E le sorelle?) e conoscendo quelle dei treni, tanti che si sono succeduti in tanti anni. Qui c’è il link ad una delle ultime e belle  recensioni su questo albo  di Giorgia Strada.

E poi uova e contesse, un esercito di piccoli ribelli, galline pettegole, fabbriche speciali,  bambine curiose, conoscenza e incontri e le straordinarie possibilità delle relazioni tra persone.

Ma non è di questo di cui vogliamo raccontarvi ora. Le novità avranno presto un loro spazio.

Nel lavoro di un editore che progetta, il catalogo ha importanza quanto la novità.

E quando in catalogo ci sono libri che non smettono di essere letti, quando un libro non esaurisce  la sua forza dopo pochi anni, noi festeggiamo la conferma che abbiamo lavorato bene, abbiamo pubblicato qualcosa che invecchia poco, che ha ancora senso.

E quindi wat een leuke verrassing! nel vedere tradotta LA SCELTA in olandese! Perché non solo Luisa Mattia continua ad incontrare tante ragazze e ragazzi su questo libro, pubblicato la prima volta nel 2005 e che continuiamo a ristampare senza interruzione,  ma che anche all’estero continui ad essere richiesto, nonostante gli anni, è una bella soddisfazione.

la-scelta-in-olandese

Che Luisa ci abbia dato un ottimo libro lo sapevamo da subito (libro caro, particolarmente caro, è l’ultimo con la copertina di Antonio Spinelli, l’ultimo libro al quale ha lavorato, libro dedicato a lui, che sapeva sognare…)

01_lascelta

 

Il fatto che una storia, che porta con sé la ribellione alla mafia –  ribellione dolorosa e scelta drammaticamente difficile – e che insieme mostri la straordinaria capacità che “ragione e sentimento” hanno nell’operare un cambiamento positivo, nel sovvertire leggi e abitudini incardinate e apparentemente immutabili,  sia letta da ragazze e ragazzi non solo italiani (La Scelta è stato già pubblicato in Francia) ci rende orgogliosi;  che il mestiere dell’editore non è altro che questo: trovare e pubblicare ottimi libri per aggiungere senso.

 

Un anno di rose e di fiori nelle librerie di Italia

In occasione dell’uscita nelle librerie del nostro calendario interculturale 2017 dedicato alle ricette con i fiori festeggiamo insieme il 19 novembre nel pomeriggio con aperitivi, laboratori ed eventi a Roma, Firenze, Palermo e Perugia! Save the date!

calendario2017_19nov-1

Pisa Book Festival arriviamo!

pisa

Dall’11 al 13 novembre siamo al Pisa Book Festival

Siamo al Pisa Book Festival dall’11 al 13 novembre presso il Palazzo dei Congressi di Pisa, presso lo stand N JUNIOR! Venite a trovarci per vedere le nostre tante novità.
E poi sabato 12 novembre, ore 15:00 presso lo Spazio Junior laboratorio di illustrazione con Federico Appel.
Programma completo della fiera

 

CENTRIFUGA! Sabato 22 ottobre: le librerie, le autrici e gli autori

centrifuga_save-the-date

 

Da Trieste a Palermo, sabato 22 ottobre l’Italia diventa una centrifuga. Di storie di periferia. Periferia che è motore di cambiamento e non di miseria. Come succede con Leggimi Forte a Pomigliano D’Arco: che grazie ai buoni libri sta cambiando un territorio. Partendo dalle ragazze e dai ragazzi. Leggimi Forte è un esempio tra i tanti di  “periferia che non è solo il luogo di impossibilità di azione, di distanza da librerie, teatri, cinema, spazi di agregazione, lontananza dalla partecipazione. La perfieria del luogo comune di disastro sociale può essere smetinta con un impegno costante del tentativo di cambiamento.” (dall’Introduzione di Patrizia Rinaldi)

Ecco tutti gli appuntamenti

TRIESTE:     Febe Sillani/Libreria Lovat , ore 17.00 Viale XX Settembre 20

VENEZIA:     Livia Rocchi /Libreria Ohana  , ore 11.30 Fondamenta del Gaffaro, Dorsoduro 3535,

PADOVA,      Laura Walter/ Libreria Pel Di Carota, ore 16.00 Via Boccalerie, 29

TORINO        Sofia Gallo/Pino Pace/Anna Vivarelli Binaria Book  Via Sestriere, 34

BRESCIA,    Annalisa Strada, La Libreria dei Ragazzi, Via S. Bartolomeo, 15

MILANO        Lodovica Cima/Beatrice Masini/Zita Dazzi ARIBAC , ore 11.00 Via Porpora, 61

FIRENZE:     Vanna Cercenà/Libreria Cuccumeo Via Enrico Mayer, 11-13 r

ROMA:           Fabrizio Casa/ Libreria L’amico Fritz Via Pascal, 7/9

Paolo Di Paolo/Dacia Maraini, Libreria Ottimomassimo, Via L. Manara 17

FOGGIA        Bruno Tognolini, Libreria RioBo, Via Matteotti 74

COSENZA    Nino Ferrara /Convegno Letteratura per Ragazzi (luogo da definire)

PALERMO    Annamaria Piccione, Libreria Dudi , Via Quintino Sella 71

Alla Giannino Stoppani di BOLOGNA, alle 16,30, ci saranno Bruna Gambarelli, assessore cultura e periferie della città, Francesca Bonafini, scrittrice, Mariagrazia Avallone, Presidente di  Leggimi Forte e Della Passarelli, direttrice editoriale di Sinnos.

Nella Sala Consiliare di Pomigliano D’Arco, con Pasquale Avallone, Fondatore di Leggimi Forte e Patrizia Rinaldi, Ideatrice di Centrifuga e Premio Andersen –Miglior Autrice 2016, ci saranno Franca Trotta, Assessore Istruzione e Cultura del Comune, Sara Bilotti, autrice di Centrifuga, Domenica De Falco del Centro Leggimi Forte

centrifuga_web

I

 

Centrifuga 22 autori in 13 città

 

centrifuga_save-the-date

 

Il 22 ottobre 2016 è la giornata di Centrifuga. Alcuni degli autori che hanno scritto per questa antologia saranno in 13 città diverse e presentare il loro racconto e il progetto. Ecco l’elenco completo di librerie e autori (per gli orari  – se non indicati – potete consultare i siti delle diverse librerie) :

TRIESTE:     Febe Sillani/Libreria Lovat , Viale XX Settembre 20

VENEZIA:     Livia Rocchi /Libreria Ohana  Fondamenta del Gaffaro, Dorsoduro 3535,

PADOVA,      Laura Walter/ Libreria Pel Di CarotaVia Boccalerie, 29

TORINO        Sofia Gallo/Pino Pace/Anna Vivarelli Binaria BookVia Sestriere, 34

BRESCIA,    Annalisa Strada, La Libreria dei Ragazzi, Via S. Bartolomeo, 15

MILANO        Lodovica Cima/Beatrice Masini/Zita Dazzi ARIBAC Via Porpora, 61

FIRENZE:     Vanna Cercenà/Libreria Cuccumeo Via Enrico Mayer, 11-13 r

ROMA:           Fabrizio Casa/ Libreria L’amico Fritz Via Pascal, 7/9

Paolo Di Paolo/Dacia Maraini, Libreria Ottimomassimo, Via L. Manara 17

FOGGIA        Bruno Tognolini, Libreria RioBo, Via Matteotti 74

COSENZA    Nino Ferrara /Convegno Letteratura per Ragazzi (luogo da definire)

PALERMO    Annamaria Piccione, Libreria Dudi , Via Quintino Sella 71

 

Alla Giannino Stoppani di Bologna ci saranno Bruna Gambarelli, assessore cultura e periferie della città, Francesca Bonafini, scrittrice, Mariagrazia Avallone, Presidente di  Leggimi Forte e Della Passarelli, direttrice editoriale di Sinnos,  ,

 

Nella Sala Consiliare di Pomigliano D’Arco, con Pasquale Avallone, Fondatore di Leggimi Forte e Patrizia Rinaldi, Ideatrice di Centrifuga e Premio Andersen –Miglior Autrice 2016, ci saranno Franca Trotta, Assessore Istruzione e Cultura del Comune, Sara Bilotti, autrice di Centrifuga, Domenica De Falco del Centro Leggimi Forte

 

 

Centrifuga

di AA.VV.

Immagine di copertina di Mirco Brizi

€ 12,00

Età 12-15 anni

collana zona francacentrifuga_save-the-datecentrifuga_save-the-date